Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/martesanabypcf/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2419
XVIII Sagra Nazionale del Gorgonzola - Martesana by Night
Home / Gastronomia / XVIII Sagra Nazionale del Gorgonzola

XVIII Sagra Nazionale del Gorgonzola

Protagonista assoluto il formaggio con la muffa …. a Gorgonzola un week end dedicato al famoso formaggio il cui nome deriva proprio dal paese in periferia di Milano e che nel Medioevo diede i natali all’omonimo formaggio. Alcuni storici sono riusciti ad indicare addirittura una precisa “data di nascita”, l’anno di grazia 879, in pieno Medioevo quando a Gorgonzola (il paese) si radunavano le mandrie di ritorno dai pascoli di montagna e questo rendeva disponibile una grande quantità di latte. All’inizio viene ritenuto alimento poco digeribile e relegato al consumo delle persone meno abbienti, successivamente invece venne utilizzato per alleviare la costipazione e aiutare la digestione, e pian piano si diffuse la convinzione popolare che il consumo abituale di gorgonzola, oltre a far godere di buona salute, fosse anche motivo della loro longevità.
Intorno alle origini del Gorgonzola ci sono diverse leggende. Una vuole che un giovane casaro perdutamente innamorato lasciasse il suo posto di lavoro per andare a trovare la sua innamorata, dimenticando di eseguire in modo puntuale le fasi di lavorazione della cagliata. Al suo ritorno trova la cagliata ricoperta da muffe verdastre e dall’aspetto “inconsueto” e nella speranza di recuperarlo mescolò la cagliata della sera con quella del mattino. Ottenne un formaggio venato di strie verdastre mai visto prima ma dal sapore gradevole che rimaneva tenero anche se lasciato a stagionare. Si cercò di ovviare al problema forando le forme per favorire l’asciugatura ma si riempirono di muffe che però risultarono commestibili e diedero al formaggio un sapore ancora più gradevole e intenso.
Indubbio è che il gorgonzola sia un formaggio unico, originale e inimitabile e, per questo, conosciuto in tutto il mondo. Una notorietà dovuta al suo gusto assolutamente particolare, capace di sposarsi meravigliosamente con altri sapori e, per questo, ingrediente privilegiato anche nell’alta cucina. E’ un formaggio a pasta cruda di colore bianco e paglierino, ottenuto da latte intero vaccino pastorizzato.
La muffa del gorgonzola

Il processo produttivo dello “zola” è infatti delicato e richiede grande attenzione: protagoniste in esso sono le caratteristiche muffe, responsabili delle sue venature verdi, che appartengono alla varietà “Penicillum roqueforti”, stretta parente del “chrysogenum” da cui si ricava la penicillina medicinale. Il ruolo delle muffe è fondamentale e il loro “lavoro” va salvaguardato con cura: anche per questo motivo il gorgonzola può essere prodotto soltanto con latte purissimo e di alta qualità, senza alcuna contaminazione chimica – disinfettanti, pesticidi o antibiotici spesso usati in altre produzioni agricole – che potrebbero impedirne la formazione e danneggiare i fermenti lattici, estremamente sensibili all’ambiente che li circonda, e che sono indispensabili perché il formaggio presenti le proprie tipiche caratteristiche sensoriali.

Da sabato 17 settembre dalle 10:00 alle 23:00, in piazza Italia nel centro storico di Gorgonzola tra banchi e banchetti, stands e bancarelle vengono servite delizie allo zola (o stracchino) di ogni tipo. Dagli assaggi di crostini e formaggi, passando dalla Polenteria (polente alla spina o cucinata nei grandi paioli di rame, condita al gorgonzola dolce), dalla Lasagneria (lasagne al gorgonzola e ai funghi trifolati), al Mega-Risotto 2016, quest’anno allo zola e noci!
Molti gli eventi in programma: dai convegni alle mostre, dai laboratori didattici alle rassegne di artigianato artistico. E ancora: concerti, balli, sport e spettacoli per qualsiasi età. Tutto questo senza tralasciare, ovviamente, l’ospite d’onore della manifestazione: il gorgonzola. Da stuzzicare, degustare, scoprire attraverso assaggi e piatti sfiziosi in tutte i possibili abbinamenti.

Il consiglio è quello di acquistare il GorgoPass all’InfoPoint della Pro Loco Gorgonzola al costo di 8 € ( dà diritto a due piatti presso i punti segnalati), sul Ponte di via Milano o in Via Italia, il biglietto che da diritto al “Gorgo-Percorso”, per cominciare ad assaggiare le proposte gastronomiche dei diversi banchi. Si inizia con l’aperitivo … il mitico Spritz al Gorgonzola, accompagnato da crostini al gorgonzola, crema di zola con erba cipollina e salatini. Si continua con un piatto di tagliatelle alla canapa con zola e noci con del buon vino e con una visita alla Polenteria con polenta alla spina condita con gorgonzola dolce, poi alla Piazzetta del Gusto si troveranno quattro pietanze paradisiache, gli gnocchi al gorgonzola, il panino con hamburger e zola, i casoncelli con crema di zola e noci e i cannoli siciliani con crema al gorgonzola e gocce di cioccolato… una vera e propria esplosione di sapori per tutti i palati!

Durante tutto il weekend si terrà anche il mercato dei produttori/affinatori di formaggi erborinati e di prodotti enogastronomici ad essi collegati, con un segreto: solo il GorgoPass ti permetterà infatti l’acquisto del Gorgonzola della Sagra a prezzo scontato.

La sagra per i bambini e le famiglie
Nella Sagra sarà attivo uno spazio Nursery presso il Municipio (Via Italia) e tantissime sono le iniziative per i più piccoli: dai laboratori creativi alle maghe delle bolle di sapone, ai grandi giochi in legno, al Laboratorio creativo per costruire uno spaventapasseri in miniatura, a ricordo di quei bellissimi personaggi che popolavano le campagne lombarde passando per le tante attività sportive pensate appositamente per loro.

L’inaugurazione venerdì 16 settembre

In una cornice fantastica del Palazzo Pirola in piazza della Repubblica costeggiata dal naviglio Martesana è prevista l’inaugurazione della Festa con un ricco aperitivo per dare il via all’avventura di questa edizione, la 18esima.
Dress code: Bianco e Verde, ore 19:00 – Piazza della Repubblica.
A seguire concerto: Jova Notte – Tributo a Jovanotti, dedicata a Lorenzo e alle sue canzoni per una notte piena di ricordi ed emozioni.

L’Osteria della Pro Loco
Ecco il menù di quest’anno:

Antipasti: tagliere di salumi lombardi/ tagliere di formaggi
Primi: gnocchetti verdi allo zola o al pomodoro/ conchiglie allo zola o al pomodoro
Secondi: stinco di maiale al forno/ stracotto di manzo
Contorni: purè di patate o fagioli/ patatine fritte/ polenta

Per i bimbi: pasta al pomodoro e basilico + fettine di pollo impanate con patatine fritte

Tutte le info su: http://www.prolocogorgonzola.it/

Programma della Sagra del Gorgonzola 2016

Commenti

commenti

Vedi Anche

A Trezzo l’Irlanda in Festa, il meglio della musica, della cucina e della cultura irlandese

Venerdì 16 e sabato 17 marzo al Live Club di TrezzoTorna torna anche quest’anno, per ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *