Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/martesanabypcf/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2419
Venezia da scoprire - Martesana by Night
Home / Itinerari di Viaggio / Venezia da scoprire
venezia la città degli innamorati

Venezia da scoprire

Venezia offre sicuramente molte attrazioni in attesa di essere scoperte da ogni turista, secondo i propri interessi. Venezia ha tantissimi luoghi da visitare in gondola o semplicemente durante una passeggiata a piedi. Nonostante sia veramente difficile decidere quali delle numerose opere artistiche siano da non perdere durante una breve passeggiata, di seguito elenchiamo le più importanti di esse che permettono di farsi un’idea, per quanto grossolana, della bellezza di questa città.

Palazzo Ducale
Costruito per la prima volta nel IX secolo, poi nell’anno 1.340 inizia la radicale trasformazione che avrebbe portato al suo elegante aspetto attuale. Ha svolto diverse funzioni, come ad esempio Senato, Palazzo di Giustizia, archivio pubblico e prigione fino all’inesorabile declino della Repubblica di Venezia. L’ingresso di Palazzo Ducale è costituito dalla Porta del Frumento, posta nella parte più antica dell’edificio che immette nel cortile interno, collegato alla loggia del primo piano tramite la Scala dei Giganti, antico ingresso monumentale decorato con due colossali statue di Marte e Nettuno, opere di Sansovino che simboleggiano la potenza e il dominio di Venezia.

Visitare il Palazzo Ducale può essere un’esperienza straordinaria, per le sue stanze segrete e le sue prigioni, la storia della fuga di Casanova, dei giudici che in segreto decidevano e mettevano a morte i prigionieri, gli archivi e uffici dell’efficiente Repubblica veneziana, il cuore del potere organizzato, silenzioso ma onnipresente. La città proibita della Serenissima!

Basilica di San Marco
La chiesa più famosa di Venezia, uno dei migliori esempi di architettura bizantina. Si trova nell’omonima piazza San Marco. Inizialmente era una cappella per i leader della chiesa veneziana. Nel 1807 fu sede del Patriarca di Venezia. Grazie alla sua forma opulenta, decorata con mosaici bizantini, e il suo status come simbolo di potere e ricchezza veneziana è stata nominata la Chiesa d’Oro.

L’esterno della chiesa è diviso in cinque arcate divise da pilastri decorati con marmi policromi. Sopra la porta c’è un mosaico dorato centrale (del XIX secolo) che rappresentava il Giudizio Universale. Nella parte superiore della chiesa sono le statue di quattro santi e guerrieri di San Marco che veglia sulla città. Sopra la finestra centrale della facciata, sotto la statua di San Marco si trova il leone alato (simbolo della città) e nel mezzo del balcone si trovano i cavalli romani.

L’interno della chiesa si basa su una croce greca con ogni braccio diviso in 3 parti. L’edificio è stato ispirato dalla Chiesa degli Apostoli di Costantinopoli Giustiniano. La superficie superiore dell’interno è rivestita di mosaici luminosi contenenti oro, bronzo e una varietà di pietre.

Piazza San Marco
Piazza San Marco è la più famosa di Venezia circondata da ottimi bar e boutique . A New York ogni turista deve andare a Times Square , a Londra deve vedere Trafalgar Square o Piccadilly Circus, a Parigi necessariamente attraversare la piazza Concorde, equivalente a Venezia è necessario visitare Piazza San Marco

Si differenzia dai suoi corrispondenti esteri in due aspetti importanti: è più attraente e non è stata corrotta dal traffico automobilistico. La piazza è stata pavimentata alla fine del XIII secolo con mattoni disposti in forma di mosaico. Nel 1723 i mattoni sono stati sostituiti con una pavimentazione più complessa composta da rocce vulcaniche attraversate da sagome scure fatte di pietra bianca d’Istria .

Ultima pavimentazione è stata fatta nel 1890 a causa di “degrado e della moda”. Piazza San Marco è il punto più basso di Venezia e per questo è il primo a inondarsi quando ci sono temporali nel mare Adriatico.

Canal Grande
Anche se Venezia è divisa in isole e canali, il Canal Grande è da vero l’unico come dimensioni. Il canale ha una forma a “S” rovesciata e divide la città in due parti. Ha circa 3,8 km di lunghezza, 30-90 larghezza e una profondità di circa 5 metri.

Il Canal Grande rimane oggi la principale arteria navigabile di Venezia e deve il suo attuale sviluppo a continui interventi di allineamento e consolidamento delle rive, già messi in atto nel sec. XIV.

Sul Canal Grande si affacciano una serie di sontuosi palazzi gotici, rinascimentali e barocchi risalenti al XIII e al XVIII sec. che costituiscono uno splendido scenario a cielo aperto per chi lo percorre in gondola o in vaporetto.

Fino al XIX secolo, il traffico si svolgeva lungo il canale per il quale cera un solo ponte che lo attraversa (Ponte di Rialto). Fino ad oggi sono stati costruiti altri tre ponti: il ponte della Costituzione che collega Piazzale Roma e la stazione ferroviaria. Il secondo è il ponte degli Scalzi e poi il ponte dell’Accademia.

Burano
Questo piccolo villaggio di pescatori di Venezia è così diverso che pensi di essere in un altro paese. Le case sono dipinte in colori vivaci (ovunque guardi si vedono case dipinte di blu, rosa, verde, viola, giallo, ecc…) un piacere camminare per le vie di questo villaggio.

La pesca è l’occupazione principale di Burano e la seconda occupazione, ma non meno importante è il ricamo.
Incantevole è anche la lavorazione del vetro nella vicina isola di Murano ma molto diffusa anche nelle altre isole della laguna di Venezia.

Sull’isola di Burano vale quindi la pena addentrarsi tra calli, calette e viuzze fuori dal solito giro che conduce alla piazza. Per godersi Burano a pieno è necessario “perdersi”. Ad esempio una delle visuali più belle delle case colorate che si estendono lungo le rive è sicuramente quella che si ha dai “Tre Ponti”, un ponte in legno che congiunge tre rive. Da sopra di esso è possibile fare delle bellissime fotografie sferiche o panoramiche con i colori delle case che si riflettono sui canali, il campanile storto che sovrasta l’isola e il sole che tramonta dietro alla vecchia pescheria, con una minuscola Venezia sullo sfondo, che s’intravede in lontananza.

Venezia è una città di grande fascino con cui non si possono fare paragoni. E’ una città bellissima, raffigurata in centinaia di quadri, fotografata in ogni suo particolare e visitata da migliaia di persone ogni anno. Il capoluogo veneto merita almeno tre giorni per una visita accurata: i suoi palazzi, i musei, le basiliche, raccontano una storia senza eguali al mondo.

Commenti

commenti

Vedi Anche

valle d_aosta castelli

I favolosi castelli della Valle d’Aosta, un itinerario da non perdere!

La Valle d’Aosta è una regione ricca di affascinanti castelli data la posizione favorevole di confine, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *