Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/martesanabypcf/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2419
International Mountain Film Festival a Milano - Martesana by Night
Home / Tempo libero / International Mountain Film Festival a Milano
Milano Mountain Film Festival

International Mountain Film Festival a Milano

L’iniziativa cinematografica e culturale “Milano Mountain Film Festival – Terre Alte…emozioni dal mondo” è un Festival internazionale del film di montagna organizzato dall’Associazione Montagna Italia e dall’Associazione Edelweiss, dedicato alla promozione della montagna e del cinema d’alta quota.
L’edizione 2015 è in programma dal 28 al 31 Ottobre presso il Cineteatro ARCA sito in via Bonvesin della Riva, 2 a Milano. Il Festival promuove un concorso cinematografico aperto a tutti i produttori italiani e stranieri che possono inviare film, film d’animazione, documentari e opere a soggetto, di corto, medio e lungometraggio aventi come tema la conoscenza e la scoperta delle montagne del mondo, l’arrampicata,l’esplorazione, l’alpinismo e la verticalità.
Ogni anno giungono oltre 100 produzioni cinematografiche da diversi Paesi del mondo. Inoltre, dall’edizione 2013, viene promosso anche un bando di concorso fotografico aperto a tutti i fotoamatori e ai fotografi che vogliano inviare i loro scatti relativi a paesaggi montani. Per il 2015 l’Organizzazione proporrà una serie di filmati che andranno a comporre un programma ricco e variegato, in grado di indagare la montagna a tutto campo. Il Festival verrà inaugurato sabato 24 ottobre con la proiezione dei primi film in concorso. I temi, le suggestioni, le emozioni e le tematiche che le “Terre Alte del Mondo” si presentano al Festival attraverso film, documentari, fotografie e molto altro ancora.

Milano Mountain Film Festival 2

Programma

Sabato 24 ottobre ore 20,45
Anteprima del Festival Proiezione film in concorso
Mercoledì 28 ottobre ore 20,45
Serata inaugurale Proiezione film in concorso
Giovedì 29 ottobre ore 20,45
Proiezione film in concorso
Venerdì 30 ottobre ore 20,45
Proiezione film in concorso
Sabato 31 ottobre ore 20,45
Serata finale Proiezione film in concorso Cerimonia di Premiazioni Spettacolo “Sesto grado” a cura della Compagnia delle Chiavi con il soprano Silvia Lorenzi

Sabato 24 ottobre ore 20,45

Anteprima del Festival – Saluti inaugurali – Proiezione film in concorso

Sedna – Francia, 2014, 41’, Regia di Laurent Jamet, Produzione: Eye of the storm, Inglese e francese sottotitoli in italiano. Il film racconta la storia di Sedna, dea delle acque della Groenlandia, dove sta navigando la nave “La Luoise” con un gruppo di sciatori francesi e svizzeri. Gradualmente, con il passare dei giorni, capiscono che la leggenda di Sedna è probabilmente molto più reale di ciò che sembra.
L’inverno del vicino Italia, 2014, 23’, Regia di Pietro Bagnara, Lingua italiana, sott. Inglese, Produzione: Ragni di Lecco Gli alpinisti e Ragni di Lecco Silvano Arrigoni e Lorenzo Festorazzi si preparano a salire una montagna in inverno. Si incontrano il giorno prima, controllano le attrezzature, all’alba si mettono in cammino e iniziano la loro ascensione. Sembra di essere in un angolo sperduto del mondo e, invece, siamo a soli 20’ dal lago di Como, sulla Parete della Fasana nel gruppo delle Grigne.
China Jam Francia, 2014, 53’, Regia e Produzione: Evrard Wendenbaum, Lingua francese, sott. italiano Alcuni avventurieri nel settembre 2013 si misero a capo di una spedizione in una remota valle della Cina. Trovarono un pilastro verticale di 1200 metri culminante a 5842 metri. Sulla parete si abbatterono in tormente di neve e pessime condizioni atmosferiche, ma nulla avrebbe fermato la loro gioia. Dopo 14 giorni riuscirono finalmente a terminare la scalata, realizzando un sogno!

Mercoledì 28 ottobre ore 20,45

Klang der Stille Germania, 2014, 6’, Regia: Adrian Goiginger, No dialoghi, Produzione: Filmakademie Due Ski-Freerider professionisti Stefan and Björn stanno trascorrendo una normale giornata di allenamento nelle Alpi austriache. Quando Stefano sente un boato, capisce che si tratta di una valanga: una lotta contro la morte bianca lo attende.
Sulle tracce dei ghiacciai. Missione in Alaska Italia, 2014, 53’, Regia: Tommaso Valente e Federico Santini, Produzione: SD Cinematografica Dopo la fortunata spedizione in Karakorum e in Caucaso, continua la missione del fotografo Fabiano Ventura e del suo team di studiosi volta a studiare gli effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai più importanti della Terra. Luogo di questa nuova esplorazione: l’Alaska. Grazie al clima particolarmente freddo e alle abbondanti precipitazioni, in Alaska i ghiacciai arrivano anche a bassissime quote, percorrono lunghe valli e si saldano fra loro fino a sfociare direttamente nel mare. Testimonianze fotografiche di esploratori di fine ottocento e di inizio novecento saranno messe per la prima volta a confronto e analizzate scientificamente per determinare lo “stato di salute” di alcuni dei più importanti ghiacciai del mondo.
Zanzara e Labbradoro. Storie, mani e silenzi di Roberto Bassi Italia, 2014, 60’, Regia: Lia Giovanazzi Beltrami, Produzione Andrea Morghen, Lingua italiana Zanzara e Labbradoro è il film documentario che raccoglie la testimonianza dei più grandi campioni dell’arrampicata e degli amici più vicini di Roberto Bassi, che ne tracciano la storia come persona, come arrampicatore, il suo ruolo determinante nello sviluppo del free climbing e i cambiamenti della cultura della montagna negli ultimi decenni.

Giovedì 29 ottobre ore 20,45

Solo. Escalada a la vida Spagna, 2014, 47’, Regia di Jordi Varela, Produzione: Magic Line Films, Lingua spagnola, sott. italiano Il protagonista del film, Jordi Salas (Pelón), si arrampica in modalità “free solo”, senza l’utilizzo di nodi o protezioni di alto tipo. La sua mente fredda e la continua capacità di trarre insegnamento dalla sua condizione di libertà, gli fanno avere un contatto con la vita molto profondo, anche se può sembrare paradossale. Solo vivendo questa condizione può nascere la vera creatività, fonte di ogni felicità.
Riding 4000 Italia, 2015, 53’, Regia di Michel Domaine, Produzione: FrameDivision, Lingua italiana, sott. inglese Lo speedriding è l’unione efficace ed armonica di sci e parapendio. Luca e Mattia, con i loro fondi e la loro grande passione, hanno scelto il loro traguardo: liberare le loro vele per la prima volta giù dalle vette più alte d’Europa, sopra i 4000 metri delle Alpi valdostane, le “loro” montagne, che li hanno circondati e affascinati per tutta la vita. Riding 4000 racconta la storia della loro impresa: una trilogia di prime discese mondiali dal Monte Bianco, il Monte Rosa ed il Cervino. Un’impresa che racconta lo sport, la velocità, la montagna, la passione. Tante imprese che ne raccontano una, la più importante: l’amicizia.
Brenta Base Camp 2014. Vecchie pareti, nuove visioni Italia, 2015, 47’, Regia: Anna Sarcletti, Marco Rauzi, Produzione: Ananas Video, Lingua italiana, sott. inglese A 150 anni dalla scoperta alpinistica delle Dolomiti di Brenta, Alessandro Beber con Alessandro Baù dà vita al Brenta Base Camp con l’obiettivo di aprire nuove vie d’arrampicata sulle pareti simbolo del Gruppo. In parete con i due alpinisti si alternano gli amici Simone Banal, Matteo Faletti, Jiri Leskovjan, Fabrizio Dellai, Claudia Mario e Matteo Baù. La piccola spedizione diventa un’occasione di dialogo tra passato e presente.

Venerdì 30 ottobre ore 20,45

Maximum quota. Là dove nascono le nuvole Italia, 2015, 71’, Regia: Paolo Cirelli, Produzione: Nike and Adventure Team S.a.s., Lingua italiana Nel dicembre del 2014, l’ultra runner italiano Paolo Venturini tenta il record di raggiungere la cima del Chimborazo, un vulcano di 6300 m di quota e simbolo dell’Ecuador. Partendo dalla città di Guayaquil (Ecuador) situata a livello del mare, percorre 241 km di corsa senza l’uso di ossigeno artificiale e medicinali contro il mal di montagna. L’impresa prende il nome di Maximum Quota.
Le montagne non finiscono là Italia, 2014, 50’, Regia di Arianna Colliard, Maurizio Pellegrini, Produzione: Video Astolfo Sulla Luna, Lingua italiana, sott. inglese Enrico è un esperto alpinista, Arianna una giovane filmaker, Paolo una guida alpina. Insieme si preparano ad affrontare una spedizione con un obiettivo ambizioso: aprire una nuova via verso la cima più alta del Cordon Mariano Moreno, una catena montuosa che emerge dalla superficie dello l’immenso mare di ghiaccio che attraversa la Patagonia meridionale, lo Hielo Continental Patagonico.

Sabato 31 ottobre ore 20,45

The Great Shark Hunt Italia, 2015, 41’, Regia: Filippo Salvioni, Produzione: Ragni di Lecco, Lingua italiana, Con Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Christian Ledergerber “The Great Shark Hunt” è un film che si basa sull’inseguimento di un sogno e sugli incontri che scandiscono la vita di ogni persona. Un filo conduttore che proseguirà per tutto il racconto filmico: un bambino si ispira ai leggendari alpinisti del passato e da grande realizzerà la spedizione dei suoi desideri nel Grande Nord della Groenlandia, percorrendo oltre 400 Km in kayak e scalando l’inviolata parete dello Shark’s Tooth.

Cerimonia di Premiazioni ARTE TEATRO LIRICA
Performance artistica in anteprima milanese “Sesto grado – Riflessi di montagna” a cura della Compagnia delle Chiavi A cura del soprano Silvia Lorenzi, live music Fabio Piazzalunga, con l’attore Christian Cestaro. Silvia Lorenzi, fondatrice della Compagnia delle Chiavi, che recentemente per Mondadori ha pubblicato un libro dal titolo “Svelare la voce”, ha svolto un laborioso lavoro di ricerca che ha condotto alla realizzazione di questo spettacolo. “La performance è per noi una grande occasione per sviluppare un nuovo modo di stare sul palcoscenico…” spiega Silvia. “Il nostro obiettivo è proprio quello di raccogliere in nuove forme teatrali l’arte e la cultura della voce e della musica…”. “In questo nostro lavoro abbiamo voluto mettere sì in primo piano la tradizione del bel canto, ma inserendola in un contesto sonoro contemporaneo, senza tradire per questo l’essenza della montagna, anzi, estraendo e valorizzando tutta la sua portata poetica”. “Speriamo che il pubblico possa apprezzare questo nostro sforzo, che vuole reinterpretare il passato e creare un ponte tra la montagna, venuta prima dell’uomo, e l’uomo contemporaneo…”. “Il nuovo che presentiamo vuole essere una condensazione del passato e un’evoluzione che accoglie il percorso compiuto, facendone il baricentro.”.

Commenti

commenti

Vedi Anche

Chibimart Estate tra Bijoux e Accessori Moda

Ritorna dal 18 al 21 maggio in Fieramilanocity Chibimart, la manifestazione che propone   accessori moda originali e creativi, bigiotteria ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *