Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/martesanabypcf/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2419
Il Naviglio Martesana - Martesana by Night
Home / Martesana News / Storia & curiosità / Il Naviglio Martesana
Naviglio Martesana
Pista ciclabile sul Naviglio Martesana

Il Naviglio Martesana

Costruito a partire dal 1457 a scopi di navigazione ed irrigazione l’opera venne realizzata per volontà del signore di Milano, il Duca Francesco Sforza, sulle intuizioni e i progetti dei suoi predecessori Visconti, che intendevano realizzare una rete di canali navigabili tra il Po, il Ticino e l´Adda al fine di facilitare le vie commerciali e di approvvigionamento per il capoluogo. La sua effettiva navigabilità ebbe inizio soltanto nel 1471, mentre è del 1497 il collegamento del Martesana con gli altri navigli milanesi, il cui reticolo poté avvalersi anche del genio di Leonardo Da Vinci.  Nel 1777 con l’apertura del Naviglio di Paderno , realizzato per superare le rapide sull’Adda a nord di Trezzo, si rese possibile il collegamento tra Milano ed il Lago di Como.

Da Lecco, i barconi carichi di ogni tipo di merce, giungevano a Milano in 15 ore, mentre il percorso inverso richiedeva anche 70 ore. Più veloci i trasporti passeggeri, da Trezzo a Milano servivano 7 ore, il percorso inverso 12 ore.

Gorgonzola - Parrocchia SS. Protaso e Gervaso
Parrocchia SS. Protaso e Gervaso

Nasce a Trezzo sull’Adda, nei pressi del Santuario della Madonna di Concesa, per terminare dopo 38 chilometri a Milano. Congiunge così le acque dell’Adda al capoluogo lombardo.
L’itinerario che scorre lungo la Martesana presenta un paesaggio che si immerge, per 32 chilometri circa, nel verde delle cascine e degli antichi casolari che corrono lungo il limite fra la bassa e l’alta pianura milanese.
In uscita da Milano, da subito si possono vedere alcune delle prime ville padronali che segnano il percorso man mano che ci si porta verso la campagna.
Da Cologno Monzese dopo pochi chilometri di pedalata ci si imbatte nell’abitato di Vimodrone, e ancora più avanti in quello di Cernusco sul Naviglio, tradizionale luogo di villeggiatura dell’aristocrazia meneghina. Ne è testimonianza il gioiello architettonico di Villa Alari Visconti, edificata nel primo Settecento, e circondata da uno splendido giardino che si riflette sulle acque del Naviglio.
La pista ciclabile procede tra labirinti di siepi e giardini, toccando Villa Fiorita, in prossimità di Cassina de’Pecchi, e arrivando fino a Gorgonzola, nel cui abitato spiccano la Parrocchiale ottocentesca, Villa Sola Busca e Palazzo Serbelloni, sede dell’ospedale.
A Cassano d’Adda, meta finale dell’itinerario proposto, l’attenzione del cicloturista è rivolta alla magnifica Villa Borromeo, eretta nella prima metà del Settecento ma riformata dopo il 1781 dal Piermarini, che intervenne sull’edificio rivisitandolo in chiave neoclassica.

IL PERCORSO DELLA PISTA CICLABILE


INIZIO


Cologno Monzese

1,0 Vimodrone
5,0 Cernusco sul Naviglio
7,0 Cassina de Pecchi
11,0 Gorgonzola
14,0 Bellinzago Lombardo
17,0 Inzago
20,5 Cassano d’Adda
21,7 Groppello d’Adda
26 Vaprio d’Adda
29,5


Trezzo sull’Adda


Commenti

commenti

Vedi Anche

regno animale

15 cose che (forse) non sapevi sul regno animale e vegetale

Le papille gustative di una farfalla sono localizzate nelle zampe, per questo motivo le farfalle ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *