Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/martesanabypcf/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2419
A Seregno la Festa della Giubiana per rievocare le tradizioni popolari brianzole - Martesana by Night
Home / Tempo libero / A Seregno la Festa della Giubiana per rievocare le tradizioni popolari brianzole
festa della giubiana

A Seregno la Festa della Giubiana per rievocare le tradizioni popolari brianzole

Appuntamento per sabato 28 gennaio 2017, con la tradizionale Festa della Giubiana, a Seregno (Monza Brianza), organizzata dalla «Madonna della Campagna», associazione che si occupa del recupero e della difesa della cultura locale, con il patrocinio del Comune di Seregno. Giubiana, Gibiana, Giöbia è conosciuta con diversi nomi perché la vecchia strega è bruciata in tutto il Nord Italia, e la tradizione si ripeterà a Seregno al «Fuin», in via Cagnola, con la rievocazione della “Storia della Giubiana” rappresentata dagli allievi della Academy Musical Arts – Cartanima, con tanto di rogo della strega e distribuzione del risotto che si è soliti consumare in questa circostanza.

«La Giubiana – spiega il sindaco Edoardo Mazza – è un antico rito della cultura contadina secondo una tradizione tipica della Brianza. Con questa iniziativa vogliamo guardare ai valori di un mondo rurale che non esiste più, ma che possono essere la bussola per orientarci in un presente confuso e difficile».

Alle ore 20 per tutti, come vuole la tradizione, risotto allo zafferano con «luganega» (salsiccia), al prezzo simbolico di un euro a piatto e, alle ore 21.30, gli allievi dell’«Academy Musical Arts» di «Cartanima» metteranno in scena la «Storia della Giubiana» con rogo finale del fantoccio realizzato con legno, paglia e tessuti dai volontari dell’associazione. Tutti, grandi e piccini, con lo sguardo immobile sul grande falò che brucerà rapido e veloce, cancellando per qualche minuto il freddo dell’inverno.

La leggenda

La Giubiana è una strega, spesso magra, con le gambe molto lunghe e le calze rosse. Vive nei boschi e grazie alle sue lunghe gambe, non mette mai piede a terra, ma si sposta di albero in albero. Così osserva tutti quelli che entrano nel bosco e li fa spaventare, soprattutto i bambini. E l’ultimo giovedì di gennaio va alla ricerca di qualche bambino da mangiare. Ma una mamma, che voleva molto bene al suo bambino, le tese una trappola. Preparò una gran pentola piena di risotto giallo (zafferano) con la luganega (salsiccia), e lo mise sulla finestra. Il profumo era delizioso, da far venire l’acquolina in bocca. La Giubiana sentì il buon odore e corse con la sua scopa, verso la pentola e cominciò a mangiare il risotto. Il risotto era tanto ma era così buono, che la Giubiana non si accorse che stava per arrivare il sole. Il sole uccide le streghe, così il bambino fu salvo.

 

Commenti

commenti

Vedi Anche

Chibimart Estate tra Bijoux e Accessori Moda

Ritorna dal 18 al 21 maggio in Fieramilanocity Chibimart, la manifestazione che propone   accessori moda originali e creativi, bigiotteria ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *