Home / Sport / Finisce in parità tra Giana e Reggiana
Il goal di Cogliati - Giana Reggiana 1-1 - martesanabynight.it
Il goal di Cogliati - Giana Reggiana 1-1 - martesanabynight.it

Finisce in parità tra Giana e Reggiana

Quarta giornata di ritorno a Gorgonzola dove le due squadre si dividono la posta in palio con un pareggio tutto sommato giusto, frutto di un buon primo tempo con una leggera prevalenza dei biancazzurri e che ha visto la Giana portarsi in vantaggio e un secondo tempo con la Reggiana che ha meritatamente recuperato lo svantaggio. La squadra di Albè, ancora priva del bomber Sasà Bruno, ha confermato in attacco il giovane Pietro Cogliati, autore di una gara fantastica la settimana scorsa realizzando un eurogol a Cuneo, lasciando in panchina un rientrante Perna e stranamente capitan Biraghi (per la seconda gara consecutiva), oltre che per la terza gara consecutiva Riccardo Rossini. Quindi un 3-5-2 con Bonalumi-Polenghi-Solerio in difesa, Perico-Pinto-Grauso-Marotta-Augello a centrocampo e appunto Cogliati a far coppia con Gasbarroni in attacco.
E Pietro Cogliati subito al 14′ conferma il suo momento magico, su assist di Gas infila il portiere con un diagonale di sinistro portando la Giana sull’1 a 0. Sembrava finalmente il giorno giusto per riportare la gioia in casa (ultima vittoria in casa risale addirittura al 18 settembre), ma la Reggiana non ci sta a fare da comparsa e si butta in avanti per recuperare mettendo alle corde, per tutto il secondo tempo, la Giana che non riesce più ad esprimersi come solitamente succede il trasferta. Resiste per gran parte della partita, difendendo anche in dieci dietro la linea della palla, lottando e chiudendo tutti gli spazi ma ancora su calcio da fermo al 69′ viene infilata da Spanò, abile a sfruttare una palla vagante dentro l’area di rigore. La Reggiana non si accontenta e cerca in tutti i modi di approfittare del calo fisico della Giana e per ben due volte è Paleari a deviare in angolo prima il tiro di Nolè da fuori area e poi successivamente un colpo di testa di Arma. Mister Albè corre ai ripari inserendo forze fresche, Perna per Gasbarroni e Biraghi per Grauso. All’85’ grande opportunità per la Giana con Perna che recupera un pallone a centrocampo e si avvia verso la porta ospite inseguito da due difensori, con Spanò (da ultimo uomo) che lo trattiene per la maglia. Cartellino rosso e punizione dal limite, con Biraghi che pennella una traiettoria che da l’illusione ottica del goal, ma la palla finisce di pochissimo fuori e lasciando i tifosi locali con l’amaro in bocca.
Giusto comunque il risultato di parità e, visto i risultati delle altre concorrenti per la salvezza, un punticino guadagnato che tiene a distanza (+6) il Lumezzane. Appuntamento sabato sera a Piacenza allo stadio Garilli per riprendere i tre punti e consolidare la classifica.

Giana Reggiana 1-1

Giana Erminio: Paleari 6,5, Perico 6, Solerio 6, Marotta 6,5, Bonalumi 6, Polenghi 6, Pinto 6 (Biraghi 80′ sv), Grauso 6 (Montesano 68′, 6), Cogliati 7, Gasbarroni 6 (Perna 59′, 6,5), Augello 6. A disp: Sanchez, Sosio, Costa, Montesano, Biraghi, Greselin Brambilla, Sanzeni, Rossini, Capano, Perna, Romanini. Allenatore: Cesare Albè

Reggiana: Perilli, Spanò, Mignanelli, Pazienza (Letizia 48′, Zucchini 88′)), Bruccini, Frascatore, Mogos, Bartolomei (Nolè 61′), Arma, Maltese, Siega. A disp: Rossini, Rampi, Panizzi, Zucchini, Danza, Ceccarelli, Loi, Nolè, Letizia. Allenatore: Alberto Colombo

Direttore di gara: Sig. Niccolò Baroni di Firenze. Assistenti: Sig. Antonio Santoro di Roma 1 e Antonio Donvito di Monza.

Marcatori: Cogliati 14′ pt. Spanò 69′.
Angoli: 1-5
Ammoniti: Pinto 71′, Mignanelli 72′.
Espulsi: Spanò 86′.
Spettatoti: 1.000 circa. 

Risultati 21° Giornata
Pavia 2 : 0 Cuneo
Pro Patria 2 : 2 Albinoleffe
Renate 0 : 2 Pordenone
Pro Piacenza 1 : 2 Cittadella
Bassano 2 : 0 Süd Tirol
Mantova 0 : 2 Cremonese
Alessandria 1 : 1 Lumezzane
Padova 2 : 0 FeralpiSalò
Giana E. 1 : 1 Reggiana

Classifica Lega Pro Girone A

Squadre
Pti G V P S GF GS
1
Cittadella
Cittadella 44 21 13 5 3 34 21
2
Pordenone
Pordenone 37 21 10 7 4 30 18
3
Feralpi Salò
Feralpi Salò 37 21 11 4 6 34 23
4
Alessandria
Alessandria 36 21 10 6 5 29 19
5
Bassano
Bassano 36 21 9 9 3 26 17
6
Reggiana
Reggiana 33 21 8 9 4 25 12
7
Pavia
Pavia 33 21 8 9 4 29 18
8
Süd Tirol
Süd Tirol 32 21 8 8 5 25 24
9
Padova
Padova 31 21 7 10 4 23 17
10
Cremonese
Cremonese 31 21 7 10 4 20 15
11
Giana Erminio
Giana Erminio 26 21 6 8 7 23 22
12
Cuneo
Cuneo 24 21 7 3 11 21 24
13
Pro Piacenza
Pro Piacenza 23 21 5 8 8 15 25
14
Lumezzane
Lumezzane 20 21 6 2 13 20 27
15
Renate
Renate 19 21 4 7 10 13 28
16
Mantova
Mantova 18 21 3 9 9 15 27
17
Albinoleffe
Albinoleffe 15 21 3 6 12 14 33
18
Pro Patria
Pro Patria 2 21 1 6 14 10 36

Play Out:
Sono previste 9 retrocessioni in Serie D, tre per ogni girone.
L’ultima classificata retrocederà direttamente, mentre le altre quattro squadre, classificatesi fra il 14º e 17º posto (indipendentemente dal numero di punti di distacco in classifica), disputeranno i play-out in gara doppia, sempre accordando il vantaggio del fattore campo (con il diritto di giocare la gara di ritorno in casa) alle squadre meglio piazzate in classifica. Non si applica invece né la regola del valore doppio dei goal in trasferta, né quella del vantaggio derivante dalla migliore posizione in classifica (completa o avulsa) e/o della differenza reti in stagione regolare: a parità del computo dei goal complessivi, al termine dei tempi regolamentari sono previsti due tempi supplementari da 15′ ciascuno ed eventualmente, se la parità persiste, i calci di rigore.

Commenti

commenti

Vedi Anche

Babbo Running

Babbo Running la più grande corsa Italiana dedicata al Natale

Si svolgerà sabato 16 dicembre 2017, per il settimo anno consecutivo, Babbo Running la marcia ufficiale con barba ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *